Marradi, inizio del '900

Marradi, inizio del '900

venerdì 28 marzo 2014

Oreste Meucci

fotografo e decoratore
in Marradi

dalla raccolta di Luca Sartoni




Oreste Meucci era un fotografo che per tanti anni tenne bottega in via Razzi, assieme alla moglie. Lì si andava per fare le foto tessera, per sviluppare le pellicole, ma anche per comprare le vernici, perché Oreste era anche decoratore e imbianchino. La sua bottega venne rilevata da Luca Sartoni, e ora la sede è in via Tamburini.







L'interno della chiesa di Santa 
Reparata al Salto, 
più nota come Badia del borgo.


















La "bendiga" della Filanda Guadagni,
 ossia la foto ricordo
per festeggiare il completamento del tetto 
del nuovo edificio











Casa Cappello è uno dei più vecchi edifici 
del Comune di Marradi. Dalle cronache
del Medioevo si sa che qui nel 1302 morì 
Maghinardo Pagani, signore delle valli
del Lamone e del Senio













Il ponte di Biforco negli anni Trenta.
La zona è irriconoscibile perché tutte queste case furono rase al suolo dai bombardamenti aerei del 1944










L'inaugurazione del monumento
ai caduti della Prima Guerra
Mondiale (1926)


















La facciata del Teatro degli Animosi nel 1946. 
L'edificio scampò per miracolo ai bombardamenti
aerei e alle mine dei Tedeschi in ritirata.
Davanti c'era un fila di case di cui non rimase traccia.







Il Tiro a Segno Nazionale era un poligono
di tiro al bersaglio, costruito nel primo
Novecento e sede della omonima società,
in gran voga a quei tempi.














La costruzione delle fogne e del lastrico 
in via Talenti (anni Ottanta)











Il ponte del Castellaccio
(anni Settanta)





Manuela Ceccherini in una foto "ritoccata", firmata O.Meucci



Manuela e Lally Ceccherini in barca sul laghetto di Marradi in una foto di Meucci





















Fonte: dalla raccolta di Luca e Catia Sartoni,
 titolari del negozio Fotogramma.
La macchina qui sopra è quella usata da Meucci
per le foto tessera.

Nessun commento:

Posta un commento