Le stagioni

Le stagioni

domenica 25 settembre 2016

I combattimenti sulla Linea Gotica


L'arrivo degli Alleati 
a Marradi
secondo la stampa australiana
ricerca di Claudio Mercatali



Alla fine di settembre 1944 la 5a Armata americana  superò il Passo del Giogo e gli Indiani che combattevano sul fianco destro con gli Inglesi arrivarono a Palazzuolo e a Marradi.
L'avanzata fu lenta, perché i Tedeschi avevano allestito anche qui la Linea Gotica per un' ultima resistenza. Il maresciallo Kesselring aveva ricevuto da Hitler l'ordine di resistere ad ogni costo e obbedì. Per questo i Tedeschi pagarono un prezzo altissimo e infatti al Passo della Futa c'è un loro cimitero di guerra impressionante, con circa 31.000 tombe.

I bollettini di guerra dei combattimenti sulla Linea Gotica si trovano nei giornali di tutto il mondo. Queste che seguono sono le notizie dei giornali australiani relative all' arrivo degli Alleati a Marradi, il 25 settembre 1944 e dei combattimenti avvenuti nei dintorni fino ai primi di ottobre.
 
La stampa australiana era molto diversa dalla nostra e data l'enorme estensione di quel continente era fatta di tanti giornali locali, che ricevevano via radio le news da Londra e le rielaboravano con alcune varianti. Leggiamo:

 

The Advertiser
(quotidiano di Adelaide,
 South Australia)
27 settembre 1944

"... sul fianco destro forze Inglesi e Indiane hanno ottenuto importanti vantaggi e occupato i paesi di Palazzuolo e Marradi in aggiunta a diverse quote importanti ...".




The Advocate
(quotidiano della Tasmania)
27 settembre 1944

" ... La 5a Armata ha compiuto progressi a nord di Firenzuola e ha fatto fronte a tre contrattacchi. Truppe Inglesi e Indiane hanno conquistato Palazzuolo e Marradi ...".


Barrier Daily Truntl
Broken Hill
(Nuovo Galles del Sud)  
27 settembre 1944

" ... La Quinta armata americana ...










Kalgoorlie Miner
27 settembre 1944

... Le truppe britanniche nel fianco destro della 5a Armata ... hanno preso molti prigionieri quando hanno occupato l'importante strada da Palazzuolo a Marradi.







The Northern Miner
Brisbane, 27 settembre 1944

... La 5a Armata nel fianco destro ha fatto importanti progressi e occupato i paesi di Palazzuolo e Marradi.







   
The Mirror
Perth, 7 ottobre 1944

... Gli Indiani nel fianco destro della 5a Armata hanno occupato due alture a sud est di Marradi.













The Morning Bulletin
Rockhampton, 27 settembre 1944

Il punto più avanzato della 5a Armata ora è a Castel del Rio, a 21 miglia in linea d'aria da Bologna ... ha subìto un serio momento d'arresto per la feroce resistenza dei Tedeschi ...






The Sunday Time
Perth, 8 ottobre 1944

... Gli Indiani nel fianco destro della 5a Armata hanno occupato due alture a sud est di Marradi.





The Telest Australian
27 settembre 1944

... La 5a Armata e le truppe britanniche e Indiane nel fianco destro hanno ottenuto importanti successi e occupato Palazzuolo e Marradi e in più diversi punti dominanti ...













Daily News
Perth 7 ottobre 1944


Truppe Indiane della 5a Armata
hanno occupato due alture strategiche
a sud est di Marradi



Perché gli Indiani erano in guerra qui in Europa?
A quel tempo l'India e l'attuale Pakistan erano colonie inglesi e queste erano truppe coloniali, composte da soldati di mestiere, a servizio di Sua Maestà.

Si trattava di soldati di diversa etnia: nelle foto seguenti si vedono gli indù (hanno un tipico turbante) ma c'erano anche truppe mussulmane del Pakistan e i temibili gurka del Nepal.




Ai primi di ottobre del 1944, subito dopo la liberazione di Marradi l'avanzata degli Alleati si fermò nella vallata della Sintria e nel Senio, subito dopo Casola, che venne liberata negli ultimi giorni di ottobre.

Perciò gli Indiani rimasero qui a Marradi per alcuni mesi, visto che il paese era nelle retrovie del fronte.

















Queste fotografie furono scattate
da  reporters inglesi al seguito delle truppe
nella valle del Sintria, nella zona di Zattaglia o nelle colline verso Fognano.



Foto della collezione
di Giuseppe Farolfi.





lunedì 19 settembre 2016

1908 Galileo Chini espone a Faenza

L'artista mugellano all'inaugurazione
dell'Esposizione Torricelliana




Galileo Chini

Nel 1908 Galileo Chini era già un'autorità nel campo della ceramica e venne invitato alla grande Esposizione Torricelliana di Faenza, che commemorava il terzo centenario della nascita di Evangelista Torricelli.






Nel giorno dell'inaugurazione l'avvocato Vicini, assessore alla cultura del comune di Faenza, mentre accompagnava le autorità nel padiglione della ceramica, volle dire la sua e...

















Auguste Rodin, testa
Pinacoteca Comunale
di Faenza